25.9 C
Verona
domenica, 26 Maggio 2024

Il punto sul girone “A” di Eccellenza: 28^ giornata

Il Vigasio neopromosso dà una lezione (1 a 4) anche al MestrinoRubano, l'Unione La Rocca Altavilla travolge 3 a 0 l'Ambrosiana e sale al 2° posto

Non accenna a fermarsi la marcia trionfale dei “Guerrieri del Tartaro”, riaffacciatisi dopo tre anni in Serie D alla vigilia di Pasqua: i biancazzurri di mister Pippo Damini al “Francesco Bertocco” di Mestrino, asfaltano (1 a 4) quel Rubano che è stato a lungo uno dei suoi principali sparring partner (assieme all’Unione La Rocca Altavilla). L’undici di casa guidato da Antonio Paganìn illude, passando in vantaggio nei primi minuti grazie a Gianmarco Scapìn, classe 1999, ma si rende subito conto che non si trova di fronte un avversario che ha già aperto l’ombrellone della vacanza al mare: al pari firmato da Ayoub Bounaafa, classe 1995, si aggiungono le urla di gioia emessi da Alessio Forestan (2000), dal coetaneo e valpolicellese Nicolò Righetti e da Agostino Marcolìn. “Vigasi” a 60 punti, con alle spalle – a 49 – non il MestrinoRubano; che rimane a 47 -, ma l’Unione La Rocca Altavilla di trainer Paolo Beggio, undici che al “Paolo Rossi” sgretola (3 a 0) l’Ambrosiana (al 9° posto, a 37) di mister Jody “Scheckter” Ferrari (doppia di Marco Marchesini, classe 1999, ed acuto di Enoc Giyamh. Al 3° posto, a 47 freccette, ad affiancare il MestrinoRubano c’è ora il Porto Viro di mister Giuseppe Augusti, il quale al “Comunale” di via Piave ha ragione – 2 a 0 – del Camisano del collega della panca Davide Scorzon (la differenza la fanno i rodigini Davide Boscolo Berto, classe 1991, e il classe 2002 Santiago Matteucci).

Condividono il 5° posto – ultima posizione buona per poter accedere e disputare i play off – a quota 45 punti il Montorio di “Pep Guardiola” Michele Cherobin e il Villafranca di mister Paolo Corghi: il primo è costretto, in casa del Real Valpolicella – sempre in zona play out) guidato da Andrea Matteoni, a raggiungere i padroni di casa – in illusorio vantaggio con l’ex virtussino Marco Tacchella, classe 2004 – con il difensore 1998 Fabio Giacomi. “Il Villa”, invece, trionfa – 1 a 2 – al “Comunale dei Martinelli” di Longare – in vantaggio-illusion con Francesco Bernardelle, classe 1995 – grazie ai gol in rimonta griffati dal difensore goleador classe 1997 Edoardo Stanghellini e dal “vecchio marpione” di Franco Ballarini, classe 1986, ex Unione La Rocca Altavilla. Al “Nereo Faccioli”, il Mozzecane del trainer reggino Mario Colantoni, dopo aver matematicamente incoronato… alla vigilia di Pasqua il Vigasio, andando a vincere a Mestrino, pone un altro prezioso mattoncino al raggiungimento della sua salvezza, regolando e lasciandosi dietro le spalle – 1 a 0 – lo Schio (il rapportpo è di 39 a 38) di mister Denny Rezzadore (mattatore rossoblù è l’ex Campodarsego classe 2002 Nicolò Roverato).

Al “Comunale” di Cassola, la sfida-salvezza tra gli alto-vicentini di mister Francesco Maino e i padovani dell’Albignasego di mister Luca Margherita arride ai padroni di casa: 2 a 1. Eppure, in vantaggio ci erano andati gli ospiti con Mattia Cecconello, classe 1997, ma, poi, raggiunti da Edoardo Matta, classe 1999, e superati in pieno recupero (al 97° minuto di gioco) dal difensore classe 2000 Daniele Marchesan. Sempre restando in coda alla graduatoria, l’Academy Plateola 1911 di mister Luigi Zuccon va a fare la voce grossa – 1 a 2 – al “Santagiuliana” di Cornedo, in casa dell’ultima della classe, la Virtus Cornedo di trainer Yari Finozzi. Anche qui, vantaggio iniziale da parte dei giallo-blu virtussini locali a firma del classe 1997 Tommaso Equizi; polverizzato dall’uno-due servito dall'”academico” Samuele Santi (doppia per il centravanti ospite classe 2003).

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it (foto Scatti Rubati)

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
cielo sereno
25.9 ° C
26.2 °
21.5 °
38 %
1kmh
0 %
Dom
24 °
Lun
24 °
Mar
21 °
Mer
23 °
Gio
20 °

I nostri social