25.9 C
Verona
domenica, 26 Maggio 2024

Il punto sul girone “A” di Promozione: 28^ giornata

Oppeano, goditi la festa! Ritorno in Eccellenza dopo 7 anni!

L’ACD Oppeano, dunque, stacca il biglietto d’ingresso in Eccellenza, a Pastrengo, in casa dei “carabinieri con gli scarpini” guidati da Paolo Brentegani, assolutamente non disposti a concedere sconti vista la precaria posizione in classifica dei giallo-verdi alle porte del lago. E’ bastata un’imperiosa capocciata sferrata da bomber Giacomo Boseggia, classe 1993, a far capire quanto i “bianco-rossi del Piganzo” ci tenessero ieri pomeriggio a chiudere, una volta per tutte, la questione-scudetto. Il pari – su rigore trasformato nella ripresa da Matteo Salvini – ha solo rimandato la festa di un quarto d’ora, anche per attendere la conferma del pareggio esterno (2 a 2 a Ronco all’Adige) del Baldo Junior Team e la sconfitta – 2 a 0 – dell’altra immediata inseguitrice – la finalista regionale di Coppa Italia di Promozione, la Belfiorese -, scivolata sul sintetico del Sant’Elisabetta, in casa del Team Santa Lucia Golosine. Un successo, quello oppeanese, che s’aggiunge al trionfo della compagine femminile e che attende l’ingresso nel Torneo d’Elite dai suoi lanciati Juniores Regionali. Gongola il presidente ed immobiliarista Luca Agnolin, al quale i ragazzi hanno dedicato il regalo di compleanno a distanza di una settimana: sono stati i suoi 5 anni al vertice della dirigenza vissuti all’insegna di un fruttuoso investimento all’interno di un Comune, la cui Amministrazione è sempre stata vicina alla realtà calcistica. Bomber Boseggia rappresenta la cover più soignificativa di un undici, che non ha mai mollato lo sfavillante scettro del comando, pur continuandosi, come un ciclista in fuga, a guardarsi alle spalle dall’inseguitrice-principe, la Belfiorese di mister Marco Burato. Ma, assieme all’ACD Oppeano ha vinto anche la grande organizzazione su cui ha fatto leva, rappresentata dalla navigata team manager Emanuela Cantù, dal diesse Davide Merlin, per terminare – impossibile citarli tutti! – alla mitica Paola Turrini, la preziosa factotum della società. ACD Oppeano, il quale rimette gli scarpini in Eccellenza, dopo esserci stato per 3 stagioni (dal 2014 al 2017) e che aveva visto avvicendarsi al suo vertice Leonida Zorzan e l’ing. Sergio Mustoni.

In piena zona play off, a 45 punti, il Baldo Junior Team di mister Nicola Santelli, abile a far diventare l’outsider di questo girone “A” di Promozione veneta la formazione montebaldina, ieri all'”Erasmo Zamperlini” di Ronco all’Adige due volte al tentativo di fuga – 2 a 2 – ospite dell’AlbaredoRonco sguinzagliato da mister Davide Mazzo. Infatti, il pallino del vantaggio lo tengono il duemillenario Francesco Zerbini, ex Rivoli, e l’ex virtussino Simone Armani, classe 1997. A impedire il “ratto” dell’intero bottino, ci pensano – direttamente dal dischetto – El Alami Afyf (1996) e quasi all’ultimo respiro Filippo Biondani, ragazzo classe 2004. Baldo Junior Team che aggancia al 2° posto la Belfiorese caduta 2 a 0 in casa del Team S.Lucia Golosine di mister Alessandro Ghirigato in doppio vantaggio già dopo un quarto d’ora grazie alla doppietta esplosa da bomber Luca Marastoni. Al 4° posto, al molo numero 42, resta attraccata l’Audace calcio del mister e chef Matteo Biroli: gli audacini cadono – 1 a 0 – a Pescantina, dove i ragazzi di mister Alberto Facci – mattatore Francesco Zoppi, classe 2000 – colgono tre punti preziosi per la salvezza, portandosi a 32 punti, un gradino più in alto dell’Atletico Città di Cerea di mister Enrico Fracasso, anche lui vincitore – 2 a 0 (entrambe nella ripresa le marcature ceretane, a firma del “maresciallo” e bomber Antonio Cardone e di Karim Khalkhal) – al “Pelaloca”, a spese del Castelnuovo dello skipper Davide Zomer. Alle spalle del Castelnuovo – rimasto fermo al 6° posto a quota 37 – sgomita il Pedemonte dello skipper Luca Righetti, ieri vittorioso di misura – 1 a 0 – sull’A.C. Cologna Veneta del trainer lupatotino Matteo Girlanda. Basta ed avanza la capocciata sferrata dall’ex F.C. Valgatara, Carlo Aldrighetti.

Resta in fondo alla classifica, a 19 punti, il San Giovanni Lupatoto del trainer raldonate “Hellas” Simone Marocchio (espulso nel finale per proteste), sconfitto – 2 a 1 – a Grezzana dalla Pol. Virtus Borgo Venezia di mister Andrea Annechini. Per i “lupi bianco-rossi” illude Luca Nizzetto, classe 1986, il quale non si immagina, di lì a poco, la remuntada poli-virtussina a firma dell’ex ACD Cadidavid Riccardo Cacciatori, classe 1996, e del rigorista George Taylor, classe 1998, il quale – sempre dal dischetto – è chiamato a correggere in rete la conclusione respinta dall’ottimo Pietro Anderluzzi, classe 2003, specialista nella neutralizzazione dei penalty. Condivide con l’A.C. Cologna Veneta il 9° posto, a 33 punti, il Bevilacqua di mister Nicola Corestini, in grado ieri sull’impianto di via PontePitocco di inguaiare – 3 a 1 – ancor di più il Merlara di mister Enrico Bassi, penultimo a quota 24, a -3 dalla coppia Albaredoronco-Pastrengo, e a +5 dai lupatotini. Per la “Cremonese della Bassa” esplodono – anche di gioia – le bocche di fuovo Andrea Miatton (2001), Edoardo Pavan (1998) e la forte “pantera” senegalese Mamadou Fall Bara, classe 1988.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it
(foto Scatti Rubati)

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
cielo sereno
25.9 ° C
26.2 °
21.5 °
38 %
1kmh
0 %
Dom
24 °
Lun
24 °
Mar
21 °
Mer
23 °
Gio
20 °

I nostri social