14.2 C
Verona
domenica, 21 Aprile 2024

Promozione – girone A: il punto sulla 3^ giornata

Mozzecane, Nogara e Cologna Veneta da trasferta, Albaronco e Aurora Cavalponica raggiunte da nel finale da Montorio e S.Giovanni Lupatoto. Mileto nega la vittoria al Sitland, il Pescantina doma l'Isola 1966.

A.C. Mozzecane e A.C. Cologna Veneta balzano al comando condiviso dalle due squadre, le quali ieri hanno vinto entrambe in trasferta, i “rosso e blu del bocciodromo” in borgo Venezia (1 a 4), i “giallo e blu del mandorlato” (2 a 3) al piazzale San Rocco di Povegliano. Per l’undici guidato dall’ex professionista Giovanni Orfei, il lusso di lasciare in panca il forte centrocampista del 2000, l’ex Chievo, Vigasio e Campagnola reggiana di Eccellenza, Andrea Dolci. Doppietta di Derenzi, poi, Tommaso Cappelletti…in brodo di cappone, ed ancora una volta Lucas Derenzi Tardivo, per il fantastico tris del n. 10 brasiliano mozzecanese. Ad albettone, avevamo scommesso molti denari sulla vittoria interna dei lanciatissimi bianco-neri di mister Peter Taccardi: invece, contro il CastelnuovoSandrà di mister Andrea Danese, lo scontro ha partorito il topolino di un pareggio, 1 a 1, che, visto il suo inseguimento, forse accontenta maggiormente chi l’ha raggiunto, e cioè proprio i “nero-verdi del basso Garda” (autore, l’avvocato in Diritto Sportivo Andrea Mileto, lasciato partite troppo presto dal Mozzecane assieme a Sbampato). Per i bianco-neri della bassa Vicentina, l’aveva cacciata dentro su rigore Trovò.

Gilbert Cadete, classe 1989 ed autore ieri della doppia, poveglianese da oramai qualche stagione, di pura scuola virtussina, invece di lanciare le sue “libellule” finisce per stigare il can colognese; che finisce per mordere con Alessandro “Bugatti” Borgatti, con il 1995 Matteo Crivellaro, e con il 1990 Michele Gasparetto. Anche il Nogara gioca agli indiani, azionando la freccia velenosa dopo una settimana al vetriolo, in cui si è dimesso il mister mantovano scelto a giugno, ossia Mauro Franzini, classe 1962. I “cosacchi bianco-rossi”, sguinzagliati al “Pelaloca” di Cerea da Silvio Donadello – soluzione provvisoria ed interna – violano il tempio calcistico ceretano con Cavallaro, bravo a saltare con un diagonale e in corsa l’estremo quanto bravo, oltre che “evergreen” (1981), Michele Pozzani. 

Gara eppure molto intensa in riva al Piganzo, all’altezza di Oppeano, quella tra i bianco-rossi di casa di mister Stefano Ghirardello e il Badia Polesine di mister Thomas Bonfante; ma, la palla non ha voluto saperne di varcare la fatidica linea gessata. Esordio di Luca Magliano, lo stopper campano, per il quale si è tratatto di un ritorno di fiamma tra gli oppeanesi del vice-presidente, l’immobiliarista e collezionista di auto d’epoca, Luca Agnolin. Mezzo passo falso registrato dall’U.S. Albaronco di mister Antimo Iunco: i bianco-verde-granata stavano vincendo a Montorio, grazie al “mancino di platino” Alessandro Elia, ma non hanno poi fatto i conti nel finale di partita con… io ti… Fracasso la rete…, autore del pareggio definitivo. A San Gregorio di Veronella, per due volte in vantaggio i cavalponici (orfani dello squalificato 2001 Federico Marostica) di mister Nicola Lonzar, e con due acuti emessi nel primo tempo dall’ex Abano Piva Milanez, nella ripresa si assiste la “remuntada” del San Giovanni Lupatoto di mister Marco Burato, a firma dell’avanti 1992, l’ex cadidavidese Alberto Menini, e dell’ex albaronchesano, il 1994 Nicolò Centomo.

Per il PescantinaSettimo di mister Gianni Canovo, primi 3 punti della nuova stagione in Promozione al “Galdino Pinaroli”: i bianco-rosso e blu del presidente Lucio Alfuso li riportano ai danni – 3 a 2 – dell’Isola 1966 di Andrea Corrent, il quale nel cuore del primo round è costretto a dover fare senza il 2000 Cristian Boniardi da Isola della Scala, ex Arzichiampo, fratturatosi, in uno scontro con un suo compagno di difesa, al setto nasale (in bocca al lupo sinceri all’estremo isolarizzano, sostituito dal villabartolomeano Pietro Rigo, classe 1997, studente in Medicina e Chirurgia presso l’Ateneo scaligero, assieme a Riccardo Pellegrini, punta ex Arco di Trento). Per due volte in vantaggio gli isolarizzani, prima con Michel “Platini” Visentin, poi, con il “cormorano mahgrebino” El Alami Afyf (1996), per due volti raggiunti dai pescantinesi Bonamini e bomber Luca Bonfigli, con strappo decisivo e finale ancora una volta di Diego Bonamini.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nubi sparse
14.2 ° C
15.9 °
11.5 °
48 %
6.7kmh
40 %
Dom
14 °
Lun
10 °
Mar
13 °
Mer
12 °
Gio
14 °

I nostri social