12.5 C
Verona
venerdì, 7 Ottobre 2022

L’F.C. Clivense del presidente Sergio Pellissier è sempre più ambiziosa

Con il crowdfunding si può investire sulla società clivense

E’ ambizioso, ma nella stessa maniera sostenibile, il progetto dell’F.C. Clivense del presidente Sergio Pellissier. Dopo aver vinto con largo anticipo il girone “B” di Terza categoria (totalizzando 65 punti in 24 gare giocate, con 21 vittorie, 2 pareggi ed una sola sconfitta subita in casa il 4 dicembre 2021 per 2 a 1 contro il Borgo San Pancrazio), ora la brigata di mister Riccardo Allegretti vuole vincere anche la Coppa Verona – Memorial Gianni Segalla -, dirigente mai dimenticato del Comitato della Figc di Verona. E’ partita anche la nuova idea di azionariato popolare messa in cantiere dalla dirigenza del vice presidente Enzo Zanin dove i tifosi che vogliono bene alla Clivense possono entrare in società con una somma iniziale di 250 euro. Sergio Pellissier non nasconde la possibile acquisizione per il prossimo campionato del titolo di Serie D, per poi scalare, entro dieci anni, le varie categorie professionistiche fino a cercare di tornare in serie A, come aveva fatto il Chievo del presidente Luca Campedelli. Da aprile fino a fine giugno si può entrare come soci in società. L’obiettivo minimo è raccogliere 150.000 tramite gli investitori per acquisire il titolo di serie D.

Il Crowdfunding potrà dunque essere vincente. Sponsor e dirigenti Clivensi sono fiduciosi. Mai sopita l’idea di dare vita anche ad un settore giovanile e di costruire tra breve un Centro Sportivo polifunzionale per i giovani calciatori del club scaligero. Tra breve si costituirà una società, l’FC Clivense srl, con l’aumento di capitale e formata dal 60% dei soci fondatori, 20% detenuto dai grandi sostenitori e il restante 20% dai tifosi. Certo, in un epoca dove il calcio mondiale vede una forte crisi di liquidità, il progetto made in Clivense può essere davvero vincente. Con i capitali necessari e se la Figc e la Lega Nazionale dilettanti darà il via libera al ripescaggio della Clivense L’obiettivo si avvicina ulteriormente (ma anche il Chievo Verona del patron Campedelli è ancora esistente a livello giovanile). Quindi si vuole ripartire dalla serie D nella prossima stagione calcistica 2022-23 (si era parlato della possibile unione con il Sona calcio) per poter arrivare in serie C nei prossimi due anni, puntare alla serie B in cinque anni e giungere in Serie A nel 2030, o magari anche prima.

davvero molto attivo il presidente Sergio Pellissier che lo scorso 13 aprile era anche sceso in campo con la maglia n. 31 della sua Clivense nella sfida casalinga contro il Pozzo, ennesimo capitolo della sua lunga storia calcistica. Il bomber aveva contribuito alla vittoria segnando una doppietta. Erano presenti allo stadio “Olivieri” di Verona, al suo nuovo esordio pallonaro, diversi amici di vecchia data, come il direttore sportivo dell’Atalanta Giovanni Sartori, il sindaco di Verona Federico Sboarina e il co-fondatore e dirigente della Clivense, nonchè ex portiere gialloblù del Chievo, Enzo Zanin. Ma tornerà di nuovo in campo? “Francamente non lo so proprio – dice Sergio -, avevo promesso a mister Riccardo Allegretti che quest’anno avrei giocato una partita in campionato, e così è stato. Voglio lasciare spazio ai miei ragazzi. Non avrei mai pensato di tornare a giocare dopo aver chiuso la mia carriera da calciatore professionista con la divisa del Chievo Verona. Per ora va benissimo così”. Vinto il campionato c’è ora da programmare la Seconda categoria? “Godiamoci questo momento e questa stagione fantastica. Non sappiamo ancora dove giocherà l’anno prossimo la Clivense, quindi facciamo un passettino alla volta”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Ultimi articoli

Verona
nubi sparse
12.5 ° C
15.2 °
12.2 °
87 %
2.1kmh
76 %
Ven
24 °
Sab
23 °
Dom
19 °
Lun
19 °
Mar
20 °

I nostri social