10 C
Verona
domenica, 3 Marzo 2024

Tribuna gremita alla presentazione del Calcio Caldiero Terme 2023-24 del presidente Filippo Berti

Sugli spalti oltre 600 persone a salutare la nuova stagione dei gialloverdi termali

Giovedì, in uno splendido stadio “Mario Berti” gremito di persone e tirato a puntino per l’esordio casalingo in campionato (oggi pomeriggio alle ore 15.00 contro la Casatese), si è tenuta la presentazione ufficiale del Calcio Caldiero Terme S.S.D. 2023-24 non più guidato da mister Fabrizio Cacciatore ma tornato quest’anno sotto la guida di Cristian Soave, colui che aveva portato qualche anno fa i termali alla promozione in serie D dopo la finalissima Nazionale della Coppa Italia giocata a Firenze. Il presentatore della serata gialloverde è stato ancora una volta il bravo giornalista Alessio Faccincani, che, dopo aver salutato tutti i presenti sugli spalti (oltre 600 persone, compreso tutto il settore giovanile termale che conta oltre 400 tesserati), ha dato la parola all’acclamato presidente dell’A.S.D. Calcio Caldiero Terme Filippo Berti che ha detto: “Per fortuna si ricomincia dopo un estate molto impegnativa sotto l’aspetto lavorativo dove non ci siamo mai fermati per cercare di abbellire al massimo i nostri centri sportivi, sia a Caldiero che a Soave, per mettere in condizione i nostri ragazzi di giocare a calcio su strutture finite a regola d’arte. A rendere più complicate le cose ci si è messa anche riforma dello sport che ha messo delle regole problematiche che però ora stiamo superando grazie all’interessamento e agli aiuti della Federazione. Come l’anno scorso abbiamo voluto convocare tutto il settore giovanile perché il Caldiero è un’unica grande famiglia che va dalla prima squadra fino ai ragazzi del 2018. A tutti i ragazzi chiediamo l’impegno per cercare di arrivare fino alla nostra prima squadra che speriamo quest’anno ci dia quelle soddisfazioni che nell’ultimo anno non sono arrivate come ci aspettavamo noi”.

“Questa estate – continua Berti -, grazie al nostro direttore sportivo Fabio Brutti, abbiamo cercato di rinforzare la rosa andando a prendere i migliori elementi della categoria e raggiungendo tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati. I giocatori che siamo andati a cercare sono venuti tutti a vestire la nostra maglia con entusiasmo, questo è segno che la nostra società e ambita dai giocatori della nostra categoria e non solo, questo è un grande orgoglio per tutti noi ma anche il giusto premio per quello che si è fatto negli ultimi 20 anni. E’ chiaro che ora nella stagione 2023-24, da poco iniziata, ci aspettiamo dalla prima squadra un salto di qualità. Chiediamo a tutti voi tre cose, impegno, rispetto e sincerità, le tre basi che ci siamo imposti quest’anno per fare bene, le cose possono andare più o meno bene ma se c’è la sincerità da parte di tutti e la voglia di affrontare i problemi se ne esce senza disguidi. Chiediamo rispetto perché portiamo il nome di un paese e di una società sportiva in giro per tutto il nord Italia, visto che quest’anno siamo inseriti nel girone lombardo, dobbiamo essere una società rispettata e rispettosa. I risultati poi possono o non possono venire ma questo è il campo che ce lo dirà. Gli allenatori, non solo della prima squadra ma anche del settore giovanile, devono mettere il massimo impegno per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati quest’anno. A livello di prima squadra vogliamo cercare di alzare l’asticella, basta parlare di salvezza, il nostro obiettivo minimo è entrare nella griglia dei play off. Abbiamo chiesto di essere inseriti nel girone “B” per avere nuovi stimoli affrontando società molto ben strutturate e con impianti bellissimi, inoltre faremo conoscere il nome Caldiero anche il altre regioni e paesi mai incontrati. Infine ringrazio le amministrazioni comunali di Caldiero, Mezzane e Soave che ci danno la possibilità tutti gli anni di usufruire dei loro impianti, e faccio un grosso in bocca al lupo ai nostri giocatori, tecnici e dirigenti con l’augurio di arrivare a giugno e di poter festeggiare per qualche obiettivo che raggiunto”.

Alessio Faccincani ha poi presentato tutti i dirigenti termali presenti sul palco, assieme al presidente Filippo Berti e alla figlia Viola, a cominciare dal vice presidente Augusto Fanini, dal direttore sportivo Fabio Brutti, tornato a Caldiero dopo l’esperienza con l’Hellas Verona, il nuovo allenatore Cristian Soave (anche per lui si tratta di un ritorno in giallo-verde), il responsabile del settore giovanile Nicola Lonzar e Marco Costacurta, responsabile della scuola calcio e delle attività di base. La parola è andata poi al Sindaco di Caldiero, Marcello Lovato (presente assieme al vice Sindaco Francesco Fasoli e il consigliere con delega allo Sport Giulia Viviani), che ha detto: “E’ un piacere per me essere presente a questa ripresa dell’attività sportiva a Caldiero davanti a una tribuna gremita di ragazzi che porteranno in giro per il Veneto e non solo i colori e il nome del nostro paese e in un modo che ci rende orgogliosi. Come diceva il presidente portate in giro non solo la maglia e il nome ma anche i valori che contraddistinguono il nostro paese, impegno, rispetto e sincerità. Questa estate abbiamo fatto degli importanti lavori agli spogliatoi, risolvendo alcuni problemi e impegnando risorse importanti, speriamo di poter dare a tutti voi la possibilità di usufruire al meglio di queste bellissime strutture. Il nostro auspicio è che quest’anno si riesca ad alzare ulteriormente l’asticella per poter ritrovarci magari a fine stagione a festeggiare qualche festa importante. Faccio i complimenti alla società del presidente Berti che in 19 anni è passata dalla salvezza in Seconda categoria a raggiungere livelli impensabili e la serie D con risultati incredibili non solo della prima squadra ma anche di tutto il settore giovanile che è fra i migliori della nostra provincia”. A tutti i componenti delle amministrazioni comunali sono state regalate delle maglie del Caldiero personalizzate.

Alessio Faccincani ha poi presentato la nuova rosa giocatori del Caldiero Terme S.S.D. 2023-24, a cominciare dai portieri Lorenzo Aldegheri, Paolo Budau, Orgito Kuqi ed Ettore Vanti, i difensori Andrew Amoh, Nicolò Baldani, Luigi Mettifogo, Pietro Gecchele, Nicolò Gobetti, Leonardo Personi e Jacopo Rossi, i centrocampisti Andrea Burato, Alessandro Cherubin, Alberto Filiciotto, Edoardo Furini, Marco Hoxha, Gabriele Mondini e l’ultimo acquisto Tommaso Formichetti e gli attaccanti Rachid Arma, Billy Ofori Bitihene, Andrea Carlevaris, Alexander Eke, Nicola Fasan, Thomas Orfeini, Elia Mastella e bomber Lorenzo Zerbato (capocannoniere del girone “C” due anni fa con 20 reti e vice cannoniere lo scorso anno con 15 reti, una in meno di Daniele Buongiorno del Campodarsego). Presentato poi lo Staff Tecnico formato dall’allenatore Cristian Soave, dal vice allenatore e neo sposo Luca Bressan, dal preparatore atletico Alberto Pitaccolo, dal preparatore dei portieri Federico Da Vià, dal collaboratore Tecnico Gianpaolo Bazzoni, dal match analyst Luca Piccoli, dall’addetto all’arbitro Attilio Bonvicini e dal team manager Oscar Cherobin. Lo staff Medico e formato dal dottor Gianluigi Dorelli, dai fisioterapisti Alessandro Paiolo e Paolo Tamellini, fisioterapista della Juniores Nazionale è Piercarlo Giona.

Il diesse Fabio Brutti ha detto: “Quest’anno abbiamo cambiato tanto facendo un cambio generazionale, anche per questo ci vorrà un po’ di tempo per trovare la giusta quadratura. Io sono molto fiducioso e sono convinto della forza di questa squadra che sono convinto che alla fine farà vedere il suo vero valore. A tutti voi dico che siete fortunatissimi a far parte di questa società che è fra le migliori del Veneto, quindi godetevi questa società che è guidata da un presidente che è encomiabile e unico. Vi chiedo una sola cosa, venite allo stadio a sostenere la squadra che abbiamo bisogno del supporto di tutti. Io verrò a vedere anche le partite delle squadre giovanili che sono la base portante della nostra società”. Mister Cristian Soave, tornato in gialloverde dopo due anni passati ad allenare altri club di serie D, ha detto: “Ringrazio la società, e soprattutto Filippo e Fabio, che hanno fatto si che tornassi a Caldiero in una società ancora più forte di quando l’ho lasciata e con strutture davvero strepitose. Dispiace per la sconfitta iniziale ma sono convinto che questa squadra che ho a disposizione è davvero forte, è chiaro che ci vuole tempo per trovare il giusto equilibrio anche perché è stato cambiata più di metà della rosa della scorsa stagione. Sono tornato qui per scrivere altre pagine importanti della storia gialloverde termale”. Il vice presidente Augusto Fanini, al suo 17° anno in gialloverde, ha detto: “E’ un orgoglio per me fare ancora parte di una società come il Caldiero che continua a crescere, non solo a livello di prima squadra ma anche con il settore giovanile e ha diverse squadre meravigliose che si fanno e ci fanno onore in tutte le categorie. Cerchiamo di proseguire il nostro cammino continuando a crescere e a dare sempre il massimo. In bocca al lupo e buon campionato a tutte le nostre splendide squadre!”.

Capitan Lorenzo Zerbato, al suo 7° anno in gialloverde, ha detto: “Anch’io spero che quest’anno siano molti i tifosi presenti allo stadio a sostenerci, a cominciare da voi ragazzi del settore giovanile. Ringrazio il presidente perché come ogni anno siamo partiti con il massimo della qualità, sia in fatto di organizzazione, che di impianti e organico giocatori. Siamo carichi e determinati per cercare di far bene già da sabato (oggi) contro la Casatese riscattando l’immeritata sconfitta iniziale”. Il nuovo attaccante Rachid Arma, che ha vestito anche le maglie di Torino, Spal, Vicenza, Cittadella e Reggiana, ha detto: “Io ho giocato alcuni anni tra i professionisti e sinceramente strutture come ci sono a Caldiero ne ho viste poche. Qui c’è una grande famiglia, un grande gruppo e una squadra fortissima. Vogliamo fare un grande campionato ma come ha detto il mister ci vorrà un po’ di pazienza per trovare la giusta amalgama. Vogliamo divertirci e farvi divertire sperando di riuscire a raggiungere gli obiettivi prefissati. Il calcio mi ha regalato tanto quindi dico a voi ragazzi più giovani di praticarlo perché ti fa crescere sia a livello emotivo che caratteriale, oltre ovviamente a livello sociale dove si ha la possibilità di conoscere diverse persone”.

Il responsabile del settore giovanile Nicola Lonzar ha detto: “Noi seguiamo molto il settore giovanile e voi dovete cercare di sostenere ed andare a vedere la prima squadra sperando che un giorno anche voi potrete avere la possibilità di indossare la loro maglia. Ora vi presentiamo tutte le squadre, a cominciare dagli Juniores nazionali che quest’anno saranno guidati dal giovane emergente mister Rami Bacha, squadra che sono convinto si farà onore. Poi passiamo all’Under 17 Elitè (2007) che l’anno scorso ci ha dato tante soddisfazioni, poi ci sono gli Under 16 Regionali (2008), gli Under 15 Elitè (2009) che hanno il girone più tosto, infine ci sono gli Under 14 (2010) che partecipano al loro primo anno agonistico”. Per la delegazione provinciale di Verona erano presenti Ilaria Bazzerla (consigliera regionale in quota a Verona) e la segretaria Marisa Rensi che hanno portato i saluti del presidente regionale Giuseppe Ruzza e quello provinciale Claudio Prando. Anche la Bazzerla ha fatto i complimenti alle splendide strutture e al florido vivaio gialloverde che da anni si fa onore sui campi della nostra provincia e non solo. Il vice presidente vicario del C.R.V. Patrick Pitton, tramite messaggio, ha fatto un grosso in bocca al lupo alla società augurando ai termali una stagione che sia ricca di soddisfazioni. 

Marco Costacurta, responsabile della scuola calcio e delle attività di base, ha aggiunto: “E’ davvero bello il colpo d’occhio della tribuna gremita e di vedervi tutti assieme qui stasera. Voglio ringraziare questa grande famiglia, fatta dai ragazzi dall’attività di base fino alla squadra di serie D, e soprattutto da tutte quelle persone importantissime, le cosiddette invisibili, quelle che lavorano dietro le quinte lontano dai riflettori, che sostengono e aiutano la società. E’ bello per noi sentire gli elogi dei genitori per il tempo che noi regaliamo ai loro figli, questo ci da la forza per andare avanti con ancora più passione e impegno. Tutti sono importanti allo stesso modo, da chi è in segreteria, a chi segue i campi, a chi segue al magazzino, a chi pulisce gli spogliatoi, le signore del bar, a chi si occupa delle strutture ecc.. Inoltre abbiamo un presidente che è un esempio per tutti, il primo ad arrivare e l’ultimo ad andare via”.

Prima di congedare tutti i presenti Alessio Faccincani ha letto il messaggio inviato a tutti i componenti della famiglia gialloverde dal presidente Filippo Berti: “Carissimi giocatori finalmente si comincia! Ci apprestiamo a vivere questo nuovi campionati, nelle varie categorie che partecipiamo, con il desiderio che ci portino tante soddisfazioni. La società, da parte sua, nella pausa estiva, con dirigenti ed allenatori non ha mai smesso di programmare e migliorare ogni attività che possa garantire a tutti voi la migliore organizzazione possibile. Crescere nello sport, quello vero, significa impegnarsi a fondo con costanza ed è per questo che a voi ragazzi vi chiediamo di impegnarvi fino in fondo, di non risparmiarvi mai, consapevoli dell’importanza della nostra missione. Non tutti diventerete sportivi professionisti ma tutti alla fine sarete chiamati a diventare uomini e lo sport, quello vissuto con consapevolezza e misura, potrà svolgere un ruolo fondamentale nella vostra crescita. La parte educativa viaggia a braccetto con l’aspetto tecnico e tattico che ognuno di voi sarà chiamato ad elaborare, anche per questo abbiamo voluto con noi allenatori motivati, preparati e vogliosi di imparare e di mettersi in discussione. Il compito che ci attende non è facile, ma in un ambiente come il nostro, che vanta strutture belle e funzionali, vorremo dare la giusta serenità a tutti voi affinché vi possiate divertire. Nell’augurare ad ognuno di voi un’annata colma di soddisfazioni vi saluto con affetto nella speranza di vedervi sempre sorridenti e felici. Il vostro presidente Filippo”. L’ultimo applauso è stato riservato a Viola, la figlia del massimo dirigente gialloverde giunto al suo 19° anno di presidenza, che proprio oggi 16 settembre compie 11 anni. Poi tutti ospiti alla Pizzeria Ristorante “Calidarium” in centro a Caldiero con un gustoso buffet offerto dalla società, con stuzzichini, risotto al tastasal, pizza e tiramisù.

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nubi sparse
10 ° C
10.6 °
9.3 °
87 %
2.6kmh
75 %
Dom
13 °
Lun
14 °
Mar
14 °
Mer
10 °
Gio
8 °

I nostri social