Promozione girone A: il punto sulla 13^ giornata

Il PescantinaSettimo fa il vuoto! ora è a +7. Si riprendono dalla crisi di risultati Albaronco e Mozzecane, entrambe vincitrici di misura in casa propria. Seconda vittoria consecutiva dell'Isola 1966, cade a S.Gregorio di Veronella l'Aurora, Ignacio Schults regala 3 punti preziosi alla Pol. Virtus. Ancora Diagne salva l'Oppeano dalla capitolazione. Lo imita il nogarese "Tir" Badalotti contro l'A.C. Cologna Veneta.

662

Il PescantinaSettimo ora non scherza: se prima viaggiava sulle ali dell’entusiasmo, come Mercurio faceva con quelle che gli uscivano dai piedi, i bianco-rosso-blu del soddisfattissimo presidente Lucio Alfuso e del trainer lupatotino Gianni Canovo, non possono che fare sul serio. Sì, perché 29 punti in 12 gare non sono bruscoline: una sola la sconfitta, due soli i patteggiamenti, il resto solo vittorie, ben 9. Ieri, di fronte all’assolutamente non facile ostacolo dell’Atletico Città di Cerea del raldonate coach Simone Marocchio, vittoria per 2 a 1, e in rimonta; simbolo di una forte capacità reattiva dei vincitori. Infatti, i ceretani dell’avvocato e presidente Luca Bronzato passavano in vantaggio grazie all’ex poveglianese Carlo Alberto Calvetti, classe 1994, ma era solo una boccata di illusione. Sempre lui, devastante e decisivo in area, ci riferiamo a bomber Luca Bonfigli, e poi, capitan, l’ex a lungo ammiraglio del Sona, Mattia Paiola, classe 1984, spingevano il PescantinaSettimo alla vittoria.

PescantinaSettimo primissimo a 29 punti, 7 in più rispetto al primo che lo tallona, il Montorio, caduto per la seconda volta di fila in campionato al “Mirko Mazzola”, in borgo Venezia, per mano (e per piè: destro incrociato) di Ignacio Schultz, nuovamente al gol per i polivirtussini di mister Alberto Baù da Perzacco di Zevio, chiamato dai suoi ragazzi il “colonnello”. Terzo, a 20 punti, il sorprendente, a parte la sconfitta di ieri, Badia Polesine di mister Thomas Bonfante: il diesse di Villabartolomea Giuseppe Battaglia, ex diesse del Cerea dorianofazioniano, ed oggi nella stanza dei bottoni dei polesani, annuncia alcuni ottimi acquisti per rafforzare i biancazzurri in vantaggio, ieri, all'”Erasmo Zamperlini” di Ronco all’Adige, in casa dell’U.S. Albaronco 2004 guidato da mister Antimo Iunco. Che comincia a vedere materializzarsi tutti i suoi schemi, in attesa di altri rinforzi dicembri che il diesse, pugliese come lui, Graziano Parisi, sta già portando a termine. Vantaggio polesano a cura di Ivan Ruìn, ex anche A.C. Oppeano di Eccellenza, classe 1997, ma sono poi i “garibaldini” albaronchesani a uscire grazie ai suoi due assi, ovvero Luca “Pinturicchio” Avesani e il “profeta del gol dal sinistro di platino”, il crotonese Alessandro Elia, ex Villafranca ed ex Oppeano.

Al “Remo Soave”, il Nogara barcolla, ma non crolla davanti al gol del vantaggio firmato, come sempre, per l’A.C. Cologna Veneta di trainer Salvatore Di Paola, da “panzer” Fabio Sinigaglia, classe 1986: la reazione dei “cosacchi bianco-rossi del Tartaro” di mister Walter Bampa non si fa attendere e “Tir” Andrea Badalotti (classe 1990, ex Suzzara) da Mantova salva capra e cavoli nogaresi. Tra le “ritardatarie”, invece, stecca l’Aurora Cavalponica di mister Nicola Lonzar, il cui presidente e super tifoso helladino Stefano Bressan ha già portato a termine nelle ultime ore qualcosa come 5 nuovi innesti-trapianti-tralci alle sue ancora troppo tremolanti viti. Ebbene, i cavalponici a san Gregorio di Veronella si fanno superare, 1 a 2, da un più convinto Sitland Rivereel del condukator veronese Peter Taccardi: in rete, per i bianco-neri della vicentina Albettone – attesa fra qualche giorno alla sfida contro l’U.S. Albaronco – ci vanno l’ex CastelbaldoMasi ed ex AQS Borgo Veneto Daniele Petrosino (1988) e il 1997 Giacomo Maistrello. Per i cavalponici, rete realizzata dal 1988 Luca Fortunato, e rosso comminato al duemillenario Jacopo Girardi.

 Al “Nereo Faccioli”, il Mozzecane di mister Andrea Matteoni, classe 1966, fatica, ma riesce lo stesso nell’impresa, a piegare il braccio della resistenza oppostogli dal CastelnuovoSandrà di mister Andrea Danese: 2 a 1 per i “rosso-blu del bocciodromo”, con squilli emessi dal classe 1993 Enrico Castagnini, ex Team S.Lucia Golosine, e con bomber Giacomo Boseggia, quest’anno molto in forma. Ci aveva provato, tra i due realizzatori, a mettersi dsi mezzo la punta 1996 Riccardo Rossi. Seconda vittoria consecutiva per la matricola Isola 1966 di mister Andrea Corrent in riva al Piganzo: 2 a 1 ed abbattute con lo spray azionato dal 30-12-1999 Matteo Badia e dall’ex Berretti del Mantova Nicolò Saggioro, le “libellule” del Povegliano di mister Lucio “Battisti” Beltrame (in tentativo di rimonta con Gilber “Becau” Cadete, classe 1989). Al “Giobatta Battistoni”, il San Giovanni Lupatoto di mister Marco Burato si illude di intascare subito i 3 punti quando Nicolò Centomo, l’ex di turno, vede gonfiare la rete avversaria difesa da Bertasini: infatti, è ancora Dame Diagne a segnare per l’Oppeano, come aveva fatto domenica scorsa contro l’Albaronco, a pareggiare i conti trasformando ancora una volta il penalty ai “bianco-rossi del Piganzo” di mister Flavio Carnovelli. Una rete foto copia, in carta carbone, di sette giorni prima.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata