Promozione girone A: il punto sulla 21^ giornata

Il Montorio gambizzato (0-3) dal Cologna (ora 3°), resta al 2° posto ma ora a -4 dal Pescantina che batte di misura l'Albaronco. Cerea bel 4° dopo aver sminuzzato (4-0) il Badia Polesine, ritorno alla vittoria per la Pol. Virtus, sorridono anche Povegliano, Aurora Cavalponica e Isola 1966. Buon punto del Nogara al "Giobatta Battistoni".

715

Il PescantinaSettimo del trainer lupatotino Gianni Canovo allunga il passo, ora a +4 sul Montorio di mister Stefano Paese, falciato, 0 a 3, in casa propria da un Cologna Veneta di mister Salvatore Di Paola, che pare esprimersi meglio lontano dal Guà. Per i “giallo e blu del mandorlato”, doppia di bomber Fabio Sinigaglia (1986) ed acuto pavarottiano emesso da Tessari. Il PescantinaSettimo accende il semaforo rosso all’Albaronco di mister Emnuele Pennacchioni e lo fa con un gesto in acrobazia, molto apprezzato, dell’ex Caldiero Manuel Leardini. Sempre Leardini vede negato il raddoppio per quel tiro che spolvera l’incrocio dei pali. L’Atletico Città di Cerea del raldonate trainer Simone Marocchio si accomoda al 4° posto solitario a 35 punti, dopo aver schiacciato, 4 a 0, al “Pelaloca” il Badia Polesine di mister Thomas Bonfante, e dopo aver mandato in rete a turno tutti i suoi “fucilieri”: da Carlo Alberto Calvetti a Marvin “Hagler” Favalli, dal “zemeo” Andrea Boscaro (1996) al polesano Michele Filippini (1987).

Tre punti di platino per il Povegliano di mister Lucio “Battisti” Beltrame del Povegliano: le “libellule” del diesse Flavio Dal Santo ad Albettone impongono la legge dei lanzichenecchi predatori dell’intero bottino: 1 a 3. Doppia di Gilber “Becau” Cadete (1989), con acuto sanremese emesso dal duemillenario Rubezzoni; per i bianco-neri di mister Peter Taccardi gol-bandiera firmata dal 1992 Nicola Dalla Benetta. In riva al Piganzo, scocca l’8^ vittoria stagionale dell’Isola 1966 di mister Andrea Corrent: la vittima è abbastanza prestigiosa, se è vero che si chiama Mozzecane ed è allenata da mister Andrea “Celentano” Matteoni. Ebbene, la gara termina per 2 a 0 a favore degli isolarizzani, con reti a firma del 2002 Michele Malagnini e di Michel “Platini” Visentini, nella vita di tutti i giorni odontoiatra.

Al “Giobatta Battistoni”, al San Giovanni Lupatoto del belfiorese trainer e bancario Marco Burato non riesce l’impresa di portarsi ulteriormente sotto il luccicante podio, battendo un Nogara di mister Walter Bampa, il quale ha tutt’altro che in testa di lasciare la categoria. I “cosacchi bianco-rossi del Tartaro” hanno mostrato di esserci, non concedendo l’intera posta in palio nelle mani dei lupatotini, squadra-sorpresa del girone “A” di Promozione. Infatti, è duplice quanto illusorio il vantaggio nogarese a firma del difensore 1995 di Castelbaldo, Emanuele Bazzani, imitato nell’impresa dal rientrato a tutti gli effetti bomber mantovano Diego “de la Vega” Grigoli. Ma, non si è ancora fatto i conti con le “gazzelle” bianco.rosse lupatotine, ossia con il 1999 Michele Garzetta e con Antonio Corbo.

Torna finalmente alla vittoria l’Aurora Cavalponica di mister Alessandro Sgrigna: a San Gregorio, è Anderson Piva Milanez a decidere da che parte deve pendere il piattino della bilancia, quello che penalizza il pur generoso CastelnuovoSandrà di mister Andrea Danese. In borgo Venezia, un’altra squadra riassapora il dolce gusto della vittoria: è la Polisportiva Virtus del “colonnello di Perzacco di Zevio” Alberto Baù: spettacolare 3 a 2 nella gara vinta dall’ondulante, dall’incostante A.C. Oppeano del sambonifacese trainer Flavio Carnovelli (in rete con il campano ed asso di bastoni…(per via della t-shirt con la carta da briscola raffigurata) Luca Magliano e poi con l’appena entrato Andrea Peroni, classe 1989, ex virtussino. Per i poli-virtussini, hanno gioito il 2001 Davide Castellini, il suo coetaneo Yuri Brizzi e il difensore 1999 Davide Santacà.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata