Il Pizzoletta, primo in classifica, esonera mister Tiziano Ferro. Il presidente Maragna spiega la decisione presa dalla società

1515

La netta vittoria ottenuta domenica scorsa dalla terribile matricola Pizzoletta del presidente Moreno Maragna per 5 a 0 contro il Cadore in trasferta, non salva la panchina del mister biancazzurro Tiziano Ferro, esonerato con la squadra che è al comando del girone “B” di Seconda categoria, a quota 14 punti, a +1 dalla coppia formata da Borgoprimomaggio e Olimpia Ponte Crencano, due delle favorite alla vittoria finale. Il massimo dirigente biancazzurro Moreno Maragna ci spiega la decisione societaria: “E’ evidente, che con la squadra in vetta alla classifica, il problema non è dettato dai risultati ma dallo scarso feeling del mister con l’ambiente e i giocatori. L’altra domenica durante la gara contro l’Avesa c’era stato un diverbio fra il mister e un giocatore, il martedì ci aspettavamo le scuse ed un rappacificamento che non c’è stato. Anzi, il giovedì ha rincarato la dose e l’ambiente era molto teso. Domenica scorsa, nonostante la vittoria, la situazione non è cambiata quindi lunedì, il consiglio dei 10 soci che compongono il direttivo della società, ha deciso per l’esonero. Come mister non abbiamo nulla da dire su Tiziano Ferro, che finora ha lavorato molto bene, come persona abbiamo diversità di vedute e siamo poco compatibili, quindi era meglio cambiare per salvaguardare la tranquillità dell’ambiente biancazzurro”.

Maragna affida ora la conduzione della Prima squadra a mister Roberto Di Stefano, per anni secondo di mister Alberto Facci a Villafranca in Eccellenza e serie D. Il nuovo mister ha già guidato il suo primo allenamento martedì e domenica debutterà in casa del delicato scontro al vertice contro i viola del Borgoprimomaggio del diesse Mirko Galasso. Al nuovo mister il compito di proseguire su questa strada: “Abbiamo costruito questa estate, anche grazie all’apporto di mio figlio e diesse Matteo Maragna, una squadra davvero forte e ben strutturata. Abbiamo preso “Didi” Di Stefano perchè ci serviva un mister di carattere e con una forte personalità per tenere compatto il gruppo e lo spogliatoio. Non ci nascondiamo, abbiamo giocatori che hanno giocato in categorie ben più alte della Seconda, quindi penso che ottenere una poltrona ai play-off sia per noi il minimo obiettivo da raggiungere. Salutiamo e ringraziamo mister Tiziano Ferro per quanto fatto finora e facciamo un grosso in bocca al lupo al nostro nuovo mister per il proseguo del campionato”.

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata