11.6 C
Verona
venerdì, 1 Marzo 2024

Il punto sui gironi A, B, C e D di 2^ categoria: 13^ giornata

Girone “A”: Il pari – 1 a 1 – ottenuto dall’Arbizzano di mister Marzio Menegotti a Gargagnago, nell’ambito del big match della 13^ giornata di andata, e il contemporaneo successo interno – esattamente, all'”Alberto Tosoni” – conseguito per 1 a 0 dal Caselle del mister-sindacalista U.I.L. Beppe “Mazzini” Bozzini a spese del Cisano Juventina Bardolino di mister Antonio Sperani – sortisce l’effetto sorpasso in vetta da parte dei giallo-blu che rincorrevano (il rapporto è ora di 34 a 33 per i casellini del massimo dirigente Fabio Sorio). E’ il navigato – classe 1989 – Mattia Gandolfi, direttamente dal dischetto, a consegnare i tre punti del primato attuale ai compagni di squadra. A Gargagnago, invece, in casa dei tricolori del mister-corniciaio di Porto San Pancrazio Roberto Pienazza, sono gli ospiti arbizzanesi del presidente Silvano Gasparato, detto “El Ciri”, a timbrare per primi il cartellino del gol grazie a Fausto Nardone. Il solito “re dell’area” Riccardo Sospetti, classe 2000, si incarica della trasformazione del penalty che evita – al 91° minuto – la resa, la capitolazione degli attuali terzi in classifica. Allora: Caselle a 34, Arbizzano a 33 ed ancora imbattuto, poi, a 30 punti, troviamo il Gargagnago.

Quindi, a 24, la Juventina Valpantena di mister Loris Fedrigo da Belfiore, ieri vittoriosa per 2 a 3 in quel di San Pietro in Cariano, “terreno amico” del BureCorrubbio di mister Manuel Bonazzi. Per i bianco-neri poianesi fanno garrire la rete alle spalle di Righetti l’ex pozzano Alberto Tomasi, l’ex Illasi Marco Simoni e il centrocampista Andrea Righetti, classe 1996. Gli abili “cecchini” burecorrubbiesi sono: Marco Quintarelli e Marconi. Al 5° posto, a 21, il Colà Villa dei Cedri dello skipper lacisiense Raffaele Pachera, il quale ammacca – 4 a 1 – i volonterosi “tamburini” sommacustozani lanciati in mischia da Andrea Guttoni (e all’onor della bandiera con il solito “Cor” Morano!). Per i giallo-verdi “cedrini”, urlano “goool!” Andrea Dolci, Matteo Messetti (doppia per il talentuoso 1995 ex Pastrengo) ed ancora Andrea Dolci. Il Caprino di mister Alberto Cipriani aziona la freccia del sorpasso a domicilio – 0 a 2 – a Fumane. Il gruppo guidato da Luca Ponzini patisce un gol per tempo dai giallo-blu ospiti a cura di Riccardo Cappagli e del compagno di reparto Elia Turrina. Anche la Gabetti Valeggio di mister Francesco Corazzoli si afferma alla stessa maniera dei caprinesi: 0 a 2, ma al velodromo di San Lorenzo di Pescantina, dove come mister opera Simone Zerpelloni. Per i “corsari rosso-blu del Mincio” del presidentissimo Gianni Pasotto, sempre ultimi, ma a ora a quota 7 (sopra, a 9, la Fumanese), vanno in buca Vincenzo Bernardo e Nicola Fasoli.

Nulla di fatto – 0 a 0 – al “Benali-Bonomo” di San Massimo, tra il Real di mister Antonio Sorgente e il Sant’Anna d’Alfaedo del “falconiere” Alfonso Tommasi: “falchi” bianco-granata settimi a 19 punti, nero-verdi rionali al quint’ultimo posto, ex aequo con il SommaCustoza, a 15 punti. Il Rivoli 1964 di mister Gabriele Gelmetti ottiene la vittoria numero 4 della stagione piegando la resistenza oppostagli dal Parona di mister “baffo” Flavio Marai. Per i montebaldini, doppia di Galassini ed assolo del difensore Stefano Donatelli, classe 1999; per i “bianco-verdi all’Adige”, invece, segnano Luca Signore e Pietro Padovani, classe 1996.

Girone “B”: 11esima vittoria stagionale per la lanciatissima Olimpia Verona di mister “Ravanelli” Emiliano Testi, ora a 35 freccette, ed ancora vaccinati dalla prima sconfitta. Ieri, al “Tino Guidotti”, i giallo-blu del dirigente Gabriele Ferrari hanno dovuto faticare le proverbiali sette camicie – 2 a 1 – per domare…degli impavidi quanto splendidamente spavaldi Boys Buttapedra di mister Tiziano Salvagno (passati in illusorio vantaggio grazie alla punta Luca Zaffani, classe 1997. Di contro, per gli “olimpici” hanno pensato a invertire la rotta del big match Matteo Feroni (1996) e “Pinturicchio” Nicola Avesani, classe 1987 (sì, ancora lui a decidere le sorti del proprio gruppo). Olimpia Verona, tallonata a 29 punti dal solo Povegliano Veronese, guidato ieri alla vittoria a domicilio – 1 a 2 al parrocchiale “Novilio Bianchi” di Santa Maria di Zevio – dal mozzecanese coach Maicol Sambenini e dalle precise mire mostrate in zona-gol dal numero 11 Davide Venturelli e dal n.7 Filippo Begali. Per i “cometini” sguinzagliati da mister Cristian Cordioli, ha gioito il solo “pianista non del Novecento”…bensì dell’Ottocento (Enrico), anche costui con l’11 sulle spalle. Vendemmiata fuori stagione – 0 a 5 – dell’Avesa HSM di mister Giampietro Fontana: la goleada matura in casa della Clivense, compagine allenta da Fabiana Comin. Per i rosso-blu colligiani, ha crepitato la doppietta Emanuele Alimonti, poi, acuti emessi dal difensore 1996 Giulio Miulo, dalla prolifica punta Kiriwellage e dal compagno di pacchetto offensivo, Alessandro Vannini, classe 1993.

Il Rosegaferro…fa 13 (i punti) in schedina: in rialzo le quotazioni dei “rosso-blu della Postumia” guidati da Antonio Como (grande ex), e ieri vittoriosi (1 a 2) al Polisportivo “Avesani”, casa dell’U.S. Cadore di mister Nereo “Rocco” Gazzani (il gol dell’illusoria rimonta reca i sigilli del nero-verde cadorino Edoardo Busola). Per “El Rosega”, decisivi sotto rete Filippo Dolci e il compagno d’attacco Andrea Zanoni, classe 1993. L’A.C. San Zeno Vr di mister Andrea Gelain regola – 1 a 0 – il Casteldazzano di mister Andrea Danese. La conclusione, che vale i 3 punti-ossigeno per i “granata della busa”, la effettua l’ex PGS Concordia B.M., il duemillenario Leonardo Gaburro. Risultato in bianco – alla pari del riso somministrato ai convalescenti – tra Virtus Verona United di mister Stefano Leso e il BorgoPrimomaggio di mister Alberto Fiorini (“draghi rossi” borgatari del diggì “cubano” Enrico Sgreva al 7° posto con 20 punti). Più su di 5 punti – e, cioé a 25 – i virtussini del tuttofare Francesco Khaire. Idem con patate, in fatto di punteggio finale, il confronto tra l’Alpo Club ’98 di mister Silvio Donadello e l’Aurora Marchesino di mister Enrico Cannavò, classe 1987. Giallo-blu al sesto posto, a 21 punti, ed ancora in corsa in Coppa Veneto; i rosso-neri del Club più esclusivo di Verona e provincia, raggiungono a quota 15 la Nuova Cometa Santa Maria. All'”Esterino Avanzi”, si riscatta l’Alba Borgo Roma di mister Roberto Manfrin: 3 a 1 nel derby tra club dei rioni scaligeri, ossia con il San Marco Borgo Milano di mister “Fergusson” Emanuele Battocchio (illusoriamente in vantaggio grazie al colpo di bomber Alfonso Giardino). Per i giallo-rossi borgo-romani, doppia a firma di Alex Morgado ed assolo vincente di Elia Faccini. Alba del diesse Germano Pistori che risale fino al 10° posto, a 16 watt, “leoni rosso-verdi” della San Marco terz’ultimi a 11 punti.

Girone “C”: Anche il pareggio incolore, insapore, inodore – quello di 0 a 0 – riportato a Megliadino San Vitale, nella bassa padovana, serve comunque a consolidare la leadership del Villa Bartolomea di mister Emanuele Friggi. I giallorosso-neri delle Valli Grandi Veronesi del presidente Lucio Albarello – ancora forti del primato dell’imbattibilità – si portano ora a 33 punti. Dietro “La Villa”, a 29 punti insegue l’Union Best di mister Mauro Bissa, ieri impegnato a Maccacari, in casa dei Boys Gazzo di trainer “Fergusson” Matteo Gobbetti e con il finale di 2 a 2, che basta a conservare il mantello di vice-regina del raggruppamento “C”. Un bicchiere – se possiamo così commentare senza aver visto l’incontro – mezzo pieno per gli erbetano-sorgaresi del presidente Claudio Bellon in quanto il pallottoliere aveva segnalato nella prima mezz’ora l’uno-due di bomber Gheorghe Circiu. Ma, a pensare a materializzare la rimonta ci pensavano i Boys Nicolas De Guidi, ex Amatori Bonferraro, e l’ex Nogara Andrea Sbizzera, classe 2002. Al terzo gradino più alto, a 28 pioli, gli Amatori Ponso di mister, l’insegnante di Bevilacqua Giuseppe Sartori: i padovani liquidano con un 3 a 0 secco, nel loro territorio, la pratica-Cherubine di mister Nicola Manara. Va segno – due volte – il classe 1995 Stefano Borretti, imitato – una sola volta – da bomber Jacopo Dall’Omo, classe 1996. A 26 punti, troviamo un’altra padovana: il Castelbaldo 2021 di mister Crescenzo Nardella, ieri bloccato sul 2 a 2 nel derby patavino giocato al “Donato-Smanio”. Per i bianco-rosso-blu di casa, firma la doppietta personale (entrambe le volte dal dischetto) Giovanni Roncoletta, classe 2001; per l’Union Cus di trainer Leonardo Pastorello centra – anche lui per due volte (anche su rigore) Pietro Mantoan, classe 2001.

Quinto, a 23 freccette, l’Altopolesine curato dal nogarese trainer Andrea Bertelli: ieri, a Castelmassa di Rovigo, 2 a 2 contro il Venera di mister Patrick Parolin. Giacomo Comunian, classe 1995, ex di turno, apre le marcature dei rodigini, i quali raggiungeranno il pari definitivo al 95mo grazie all’ex Nogara, il classe 1994 Steven Mirandola. A costoro, rispondono i “venerati” rosso e blu, la “vecchia sequoia”, il classe 1986 Thomas Bersani – terzino da anni specializzatosi in gol, oltre che in marcatura – e Luca “Charlie” Pasquali, altro veterano della classe 1983. Al “Pasti” di Cà degli Oppi, i biancazzurri del club della frazione di Oppeano allenati da Adriano Freddo sono costretti – 1 a 2 – a cedere al Gips Salizzole di mister Luca Monastero. E, pensare che in vantaggio per primi erano andati i cadeglioppini grazie al difensore del 1987 Michele Battistella. Poi, il rovesciamento del verdetto a firma di Rossignoli e di Perazzani. Al “Lombardi”, gli Amatori Bonferraro di mister Andrea Greggio raggiungono la vittoria stagionale numero 5, piegando per 3 a 0 il Porto di Legnago di mister Limoni. Per l’undici del presidente Alfredo Gheli esultano il difensore 1995 Miroslav Valentik, Pietro Breviglieri (1993) ed Alex Cottarelli, “bocia del ’99”. Al “Comunale” di San Pietro di Legnago, la Sampietrina pareggia – 1 a 1 – con il GSP Vigo 1944: a Filippo Falchetto, del club del coccodrillino, classe 1999 ed ex di turno, risponde – anche nella rima! – il bianco-granata del presidente Raimondo De Angeli – un altro ex – Lorenzo Sacchetto, annus domini il 1998.

Girone “D”: La goleada con cui asfaltano i rispettivi avversari nella 13^ domenica di andata permettono al Valtramigna Cazzano e alla Scaligera Lavagno di fare la volata in tandem, a 29 punti. All'”Emilio Steccanella” di Cazzano, i bianco-rossi di mister Stefano Guandalini percuotono per 4 a 0 l’Ares Calcio Vr di mister Edgar Fasola Genovesi. Nel “poker” si riconosce la doppietta fatta crepitare da Matteo Andriollo, mentre Federico Rossi, classe 1999, e Ivan Dal Lago preferiscono l’assolo pavarottiano. Al “Comunale” di Gazzolo, in casa dei “giallo-blu dell’asparago” di mister Tiziano Barbieri e Christian Masetto, “manita” esterna – 0 a 5 – della Scaligera Sport Club di mister Roberto Albertini. Bomber Juliano Ortega, classe 1999, vive la sua giornata di grazia regalandosi una splendida tripletta. Ma, è festa grande anche per i suoi compagni Cieno ed Adun. Terzo a 28 punti c’è sempre il Colognola ai Colli del mister e psicologo Manuel Pauciullo: all'”Ugo Fano”, i nerazzurri superano di misura – 1 a 0 – i basso-vicentini del Coelsanus del sambonifacese coach Fiorenzo Bognin. Mancano pochi rintocchi al termine della gara quando Manuel Gugole, classe 1998, trova lo spiraglio giusto per battere l’estremo difensore ospite Monaco. Sotto di un solo gradino – a quota 27 punti – troviamo la coppia formata dall’Union Scaligeri Academy e dal San Giovanni Ilarione del diesse Omar Rossetto.

Gli “accademici” indottrinati da mister Simone Lazzari s’impongono per 0 a 2 al “Valentino Mazzola” di Monteforte d’Alpone, terreno amico del Monteforte Valdalpone. L’uno-due reca i sigilli del navigato (1988) difensore Davide Calearo e di bomber, il senegalese Debi Mbaye, l’anno scorso in forza alla Pro Sambonifacese. Sul sintetico del parrocchiale “San Giovanni Bosco”, i “Leoni della Lessinia orientale” di mister Andrea Grigoli hanno – a fatica per 1 a 0 – ragione dell’Atletico Squarà del soavese condukator Adriano Laperni. Decide, al termine quasi del primo round, il duemillenario Filippo Melotti. Il Grancona 1969 di trainer Ricky Perlotto si affida alla doppietta imbracciata e fatta crepitare da Sturaro per addomesticare 2 a 0 l’Intrepida del mister e diesse Andrea Ferrari. Lessinia scatenato con quel suo 5 a 2 rifilato al Vestenanova di mister Moreno Beltrame. Per l’undici guidato da mister Gentjan Cani, autografa un bel tris “lo squalo” Stefano Rognini. Poi, si registra l’assolo di Francesco Montolli, quindi, il “bonus del gol all’incontrario”, quello confezionato dal difensore centrale del Vestena – entrato in campo da non molto – Edoardo Gambaretto. Al “Mancassola” di Lonigo, i leoniceni di trainer Beppe Allocca vengono sgambettati – 0 a 1- da un rigore trasformato dal “re dei bomber”, Christian Turozzi. Tre punti che spingono al 6° posto, a 25 freccette, l’U.S. Provese del coach, l’ex professionista Francesco Vincenti. Rosso-neri del club della frazione di San Bonifacio in piena corsa play off!

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
forte pioggia
11.6 ° C
12.5 °
10.6 °
84 %
0.8kmh
100 %
Ven
12 °
Sab
11 °
Dom
12 °
Lun
11 °
Mar
12 °

I nostri social