18.6 C
Verona
giovedì, 30 Maggio 2024

Il punto sui gironi A, B, C e D di 2^ categoria: 10^ giornata

Girone “A”: Il Caselle del mister-sindacalista U.I.L. Beppe “Mazzini” Bozzini, a un terzo del campionato, impugna con autorevolezza lo scettro del comando, ora a 27 punti, battendo per 2 a 0 il Rivoli di mister Mauro Tacconi grazie alle conclusioni del classe 1994 Luca Bilotta e di “Avanti!” Savoia, costui direttamente dal dischetto degli 11 metri. Ad un solo punto di distacco, a 26 punti, si conferma l’Arbizzano di mister Marzio Menegotti, ieri vittorioso al “Pace” per 2 a 1 ai danni della Juventina Valpantena del belfiorese coach Loris Fedrigo. In vantaggio i bianco-neri di Poiano con l’ex ASD Pozzo Alberto Tomasi, ma poi ripresi dal giallo-blu, il classe 1993 Fausto Nardone, e superati – al 91° minuto – dal solito Davide Sacco in gol contro i bianconeri anche mercoledì in Coppa. Il pareggio – 2 a 2 – fuori casa, esattamente a Sommacampagna, artigliato dal Gargagnago del mister e corniciaio di Porto San Pancrazio, Roberto Pienazza, consente ai “tricolori della Valpolicella” di conservare il 3° posto a quota 23 punti. I “tamburini sommacustozani” di mister Guttoni pervengono al duplice vantaggio grazie al “bocia del ’99” Salvatore Scalia e grazie al “bonus” del gol nella porta sbagliata commesso dal medico Marco Stocchero, classe 1996. Nella ripresa, il club delle “4G”, raggiunge il pareggio grazie ai colpi effettuati da bomber Riccardo Sospetti, classe 2000, e da Riccardo Bertucco.

Al 4° posto, a 19, la matricola Cisano Juventina Bardolino di mister Antonio Sperani, che matricola proprio non sembra quando vedi che rifila tre pappine – 3 a 0 (doppia di Elia Pachera ed acuto di Daniele Begnoni) – sul proprio impianto all’esperto da anni in categoria, il Real San Massimo (rimasto a 12 in compagnia del Sant’Anna d’Alfaedo) di mister Antonio Sorgente. Poi, a 17 punti, la già ricordata Juventina Valpantena, quindi, a 15 il BureCorrubbio di mister Manuel Bonazzi, “beccato” mortalmente – 2 a 1 – nella “tana” dei “falchi della Lessinia” del Sant’Anna d’Alfaedo del “falconiere” Davide Chizzoni. L’impronta della vittoria la imprimono il classe 1995 Mattia Lavarini e l’altro Lavarini, il classe 1994 Alessandro. Castellani, invece, per i valpolicellesi, ha tentato l’inutile rimonta. Un gradino sotto, a quota 14 punti, segue la coppia Caprino-Colà Villa dei Cedri: i montebaldini guidati da mister Alberto Cipriani hanno regolato – 3 a 1 – il Team San Lorenzo di mister Simone Zerpelloni (in rete soltanto con Pietro Montresor nell’illusorio 1 a 1). Per i giallo-blu del presidente ed avvocato Lino Maestrello urlano “reteeee!” Nicola Fainelli e bomber Riccardo Cappagli, classe 1994, autore di una doppietta.

A Colà, il Villa dei Cedri pareggia – 3 a 3 – contro la Fumanese dello skipper Luca Ponzini. Per gli ospiti biancazzurri, fantastica tris servito da Matteo Ferrari, mentre per i giallo-verdi “cedrini” di mister Raffaele Pachera esultano il classe 1999 Michael Stevanoni, Andrea Dolci e il classe 1995 Davide Fainelli. Al “Bertani” di Parona, chiassoso 4 a 3 dei “bianco-verdi all’Adige” di mister “baffo” Flavio Marai ai danni della Gabetti Valeggio affidata da qualche settimana a Francesco Corazzoli ma sempre ancorata al fondo della classifica. Per i padroni di casa, fanno centro il Duemila Luca Rasamison, due volte Alessandro Zanetti e una Giacomo Carrillo, classe 1996. Per i “pirati rosso-blu del Mincio”, invece, doppia di Nicola Fasoli ed acuto emesso da Davide Lonardi.

Girone “B”: L’Olimpia Verona di mister “Ravanelli” Emiliano Testi sale sull’ottovolante, al suo “Tino Guidotti”, rifilando 8 reti a zero all’Academy Clivense della coach Fabiana Comìn. Nel ricco carnet realizzativo, affiorano le doppiette di Luca “Pinturicchio” Avesani, classe 1987, quella del classe 1996 Matteo Feroni e quella di Michele Adami. Poi, bisogna contare anche gli acuti emessi dal 1993 Erik Bettili e da Mattia Magagna. Olimpia Verona sempre sola al comando, dall’alto dei suoi 26 punti, un buon margine di vantaggio sulla prima delle inseguitrici, ovvero il Casteldazzano di mister Andrea Danese, lievitato a quota 22, dopo aver vinto per 0 a 2 al “Monterotondo”, “tana” dei “draghi rossi” del BorgoPrimomaggio del coach Alberto Fiorini. Per i “bianco-rossi castellani”, hanno gioito il “profeta del gol”…Elia (Alessandro) e l’avanti 1994 Alessandro Nuccio. Consolida il proprio 3° posto, ora a 21, la Virtus Verona United del trainer sanzenate Stefano Leso: e lo fa andando a dettar legge – 1 a 3 – al “Busani” di borgo Milano, “casa” dei “leoni rosso-verdi” del San Marco Borgo Milano guidato da “Fergusson” Emanuele Battocchio (al preciso bersaglio soltanto con il suo n.8 Tonon). Per i virtussini del factotum Francesco Khaire, non fa cilecca Filippo Ledri, autore della doppietta, mentre c’è da calcolare anche il gol all’incontrario involontariamente firmato dal rosso-verde Francesco Zangani, classe 2002. Appaiati al 4° posto a quota 20 i Boys Buttapedra di mister Tiziano Salvagno e il Povegliano Veronese del mozzecanese Maicol Sambenini. All'”Eliseo Zendrini”, i Boys spengono…3 a 1 la Nuova Cometa Santa Maria di trainer Cristian Cordioli (in buca soltanto con l’esterno alto sinistro Ottocento). Per i buttapietresi, imbraccia la doppietta l’avanti classe 1997 Luca Zaffani, mentre Pietro Grossule, classe 1998 non perde il vizio del gol.

Il Povegliano, invece, fa valere lo “ius soli calcistico”, cioè il diritto di giocare tra le proprie mura, incornando – 1 a 0 – l’A.C. San Zeno Verona di mister Andrea Gelain: match-winner? Filippo Begali. All'”Esterino Avanzi”, in borgo Roma, l’Alba di mister Roberto Manfrìn batte – 2 a 0 – l’U.S. Cadore di mister Nereo “Rocco” Gazzani. La differenza, in fatto di realizzazioni, la fa la doppietta di Gabriele Esposito. Alba Borgo Roma a 13 punti, alla pari del già menzionato Borgoprimomaggio e dell’Alpo Club ’98 di mister Silvio Donadello, ieri sculacciato per 4 a 1 in Postumia dal Rosegaferro di mister Antonio Como (per i rosso-neri del Club più esclusivo della Seconda categoria veronese fa “bingoooo!” solo il centrocampista classe 2001 Alessio Zerlottin). I “rosso-blu della Postumia”, invece, vedono entrare in rete la sfera sospinta per due volte da bomber Andrea Zanoni, classe 1993, preceduto da Filippo Dolci ed imitato dal preciso rigorista Pietro Girelli, classe 2000. Al “Vignola” di Avesa, i rosso-blu di mister Giampietro Fontana – 2 a 2 – sono costretti a raggiungere gli ospiti dell’Aurora Marchesino allenati da Enrico Cannavò, ex nerazzurro. Per i colligiani avesani, in rete il solo il duemillenario Davide Cerpelloni e Kiriwellage; per i giallo-blu di Marchesino, invece, doppietta griffata da Francesco Girardi, avanti della classe 1996.

Girone “C”: Non accenna a fermarsi la marcia del Villa Bartolomea di mister Emanuele Friggi: ieri 0 a 3 per la capolista sul parrocchiale di Vigo, per un totale di 28 punti e di un record d’imbattibilità, che dura da 10 giornate di fila. Per i rosso-neri del diggì Stefano Todeschini, vanno in rete l’ex Bevilacqua Nicolò Camon, classe 2002, il centrocampista 1992 Edoardo Maghin e Mohamed Sesay, ex Sona Calcio e Baldo Junior Team. Sempre alle spalle della fuggitiva “Villa”, corrono a 24 punti Amatori Ponso, Union Best e Casteldaldo 2021: i primi, allenati dal mister e insegnante Giuseppe Sartori, sminuzzano – 3 a 0 – nel Padovano gli Amatori Bonferraro di mister Andrea Greggio. I marcatori sono l’arcinoto bomber Jacopo Dall’Omo, classe 1996, il 1996 Daniele Balsamo e il 1995 Stefano Boretti. Il Castelbaldo 2021 di trainer Crescenzo Nardella va a fare la voce grossa – 1 a 2 – a Porto di Legnago. Per i bianco-rossi portuensi di mister Edoardo Canoso aveva tentato – riuscendoci fra l’altro – di pareggiare il numero 11 Benhjila, ma la differenza la fanno i bianco-rosso-blu padovani Yari Trombin (1997) e il 2001 Giovanni Roncoletta. L’Union Best di mister Mauro Bissa a Sorgà scavalca -1 a 0- il Megliadino San Vitale guidata da mister Francesco Faedo: match-winner è, intorno alla mezz’ora della ripresa, l’appena lanciato nella mischia Filippo Maggi; il suo ingresso in campo premia la mossa tattica del mister, ex colonna del Casaleone.

Al 5° posto, a 19 freccette, troviamo, appaiate il Cherubine di mister Nicola Manara, classe 1987, e l’Altopolesine del coach nogarese Andrea Bertelli. Entrambe vittoriose ieri sul proprio campo, il “club del cavallo” del diesse Paolo Zago – 2 a 0 – a spese della Sampietrina di trainer Domenico Letteriello (goleador? Il mattatore è uno solo: Alin Pascaru, autore della doppietta. L’Alpolesine ha ragione – 3 a 2 – del Cà degli Oppi di mister Adriano Freddo, ancora a zero punti in graduatoria. I rodigini passano in vantaggio su calcio di rigore trasformato dal 1995 Alberto Formigoni, poi, i biancazzurri pervengono al pareggio con Dario Mehrabi, classe 2001. Imitato dal compagno di squadra, a 8 minuti dalla fine della gara, dal classe 1994 Davide Longo che porta avanti gli ospiti. Nei minuti di recupero, ecco il gol del pareggio di Alessandro Marca e quello dell’incredibile sorpasso da parte dei polesani, a firma di Steven Mirandola, classe 1994, ex anche Nogara. Dopo le 6 reti subite a zero domenica scorsa per mano del Villa Bartolomea, la quotata Venera di mister Patrik Parolin cade nuovamente – 1 a 2 – sul proprio “Comunale”, il “XII Maggio 1985”, sgambettato dai Boys Gazzo di mister “Fergusson” Matteo Gobbetti. Alessandro “Sky” Guerra (1994) tenta la rimonta dei rosso-blu della frazione di Sanguinetto, ma, alla fine le reti firmate in precedenza da Manuel Martini e dall’ex Reunion Sanguinetto, Mattia Falsirolli, classe 1993, bastano ai maccacaresi per l’aggiudicazione dell’intera posta in palio. Finisce 1 a 1 a Salizzole, tra il GIPS di mister Luca Monastero e l’Union Cus dell’omologo della panca, Leonardo Pastorello. Un botta e risposta scoccato nella ripresa, tra il n.11 padovano, il classe 1989 Afyf Abdelghani e il numero 5 salizzolese, il difensore classe 1990 ex Casaleone Lucky Lardiello.

Girone “D”: La sconfitta, quella patita – 0 a 1 – al “Lorenzo Molinaroli”, non costa il primato – sempre a 24 carati – alla Scaligera Lavagno di mister Roberto Albertini. E’, infatti, il Lessinia di trainer Gentjan Cani a violare lo stadio di Lavagno e ad infliggere la seconda sconfitta della stagione ai nero-oro. A decidere da che parte doveva pendere il piattino della bilancia, per il “club della stella alpina” guidata dal più alto scranno da Matteo Guglielmini, ci pensa Francesco Raimondi. Uno scalino più in basso – e, cioè a 23 – sbuffa come una locomotiva lanciata in grande velocità l’A.C. Colognola ai Colli del mister e psicologo Manuel Pauciullo. Ieri, all'”Ugo Fano”, successo di 2 a 1 per i “nerazzurri dei Colli” a spese della quotata e tanto temuta, rispettata dal presidente Tiziano Tregnaghi, Valtramigna Cazzano, compagine allenata da mister Stefano Guandalini. Apre le marcature, nei primi minuti, il bianco-rosso cazzanese Federico Rossi; questo nel primo round. E’ nella ripresa che i nerazzurri si scatenano, andando al pari grazie a Luca Balestro, uno dei due gemelli nati nel 1992 (l’altro è Marco), e, successivamente, azionando la freccia del sorpasso con il 1990 Marco De Boni, a una manciata di minuti al termine del big match. La sconfitta patita in quel di Colognola non scalza dal 3° posto in classifica a 22 punti il Valtramigna Cazzano del diesse Federico Bovi. A sua volta, col fiato sul collo da parte dell’Union Academy Scaligeri di mister Simone Lazzari, ieri “corsaro” per 2 a 3 a Montorio, in casa dell’Atletico Squarà preparato dal soavese trainer Adriano Laperni. Per l’Union Scaligeri Academy urla “goool!” il difensore Edoardo Mizzon, classe 2000 ed ex Bonaldo Santo Stefano, imitato nell’impresa dal montoriese nonché nato nel 2000 Gianluca Zamboni, e gara decisa al 90mo e su calcio di rigore trasformato dall’ex Bonaldo Santo Stefano, Matteo Morìn, classe 1987 anche ex Cologna Veneta.

In borgo Santa Croce, 3 a 0 secco, ruvido dell’Ares Calcio Vr di mister Genovesi e del diesse Luca Pavan a spese del Monteforte Valdalpone. Il bianco-nero-fuxia Gioele Gasparini, classe 1998, ex Intrepida, griffa la doppia personale, mentre è di Andrea Bogoni la terza marcatura degli “aretini”. A Sossano, il Coelsanus del dirigente accompagnatore Valentini si aggiudica – 2 a 0 – il derby del basso vicentino – quello con il più prestigioso Grancona 1961 di mister Ricky Perlotto – realizzando un gol per tempo; a firma di Matteo Lunardi, classe 1998, e del coetaneo Othmane Sardi. Colpaccio (1 a 2) del Vestenanova di mister Moreno Beltrame a Madonna di Campagna, in casa dell’Intrepida seguita da Andrea Ferrari, ex giovanili del Chievo. Il gol del 1998 rosso-nero Gabriele Quarati viene stretto a tenaglia dalle conclusioni vincenti dei bianco-verdi ospiti Zeno Bonturi (1989) ed Alessandro Gaiga a 3 minuti dalla fine. Il quale sta ritrovando la strada della grande ripresa fisica. Al “Mancassola”, il Lonigo di mister Beppe Allocca e il San Giovanni Ilarione del collega Andrea Grigoli terminano il confronto a reti inviolate, 0 a 0, rimanendo appaiate al 5à posto a 20 punti. Vittoria numero 5 per l’U.S. Provese di mister Francesco Vincenti: a La Prova di San Bonifacio i rosso-neri del diesse Francesco Malgarise superano – 3 a 1 – il Gazzolo 2014 di mister Tiziano Barbieri e Christian Masetto. La doppietta firmata dal Superbomber Christian Turozzi stringe come una morsa il gol-speranza del giallo-blu ospite Alberto Creati, mentre è ancora Giacomo Castagnaro, classe 1994 a suggellare il trionfo dei rosso-neri, ora settimi attraccati alla boa numero 18.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nubi sparse
18.6 ° C
21 °
17.2 °
85 %
4.6kmh
75 %
Gio
19 °
Ven
17 °
Sab
22 °
Dom
23 °
Lun
21 °

I nostri social